SEM PLUMAS

in omaggio a "O Cão sem plumas" di Joao Cabral de Melo Neto

dopo Dante il più grande.

L'idea editoriale è semplice: al centro di tutto c'è l'autore

la Madre dell'opera a cui noi facciamo da bàlia, dandole abito, svezzandola.

Una volta pronta, la restituiamo all'autore che, mutandosi performer

l'accompagnerà in giro per il Mondo.

Nessun codice a barre, nessun ricatto, nessuna delega:

corpo, gambe e voce la nostra unica distribuzione.

Nessuna retorica, soltanto tritolo.